lunedì 8 novembre 2010

Giulia Passione: Le cose che mi irritano da morire...

Zucchina trombetta
La prima cosa è il ciclo. Intanto non ha niente a che fare con le pari opportunità, perchè a quanto ne so io, ai maschi non vengono emorragie spontanee ad ogni mensilità. E poi è irritante, fastidioso e mi fa incazzare.
La seconda cosa sono gli assorbenti. Quelli esterni mi irritano la pelle, quelli interni è un periodo che non li sopporto più. E poi ci sono quelli da notte (comprati per sbaglio, a 30 anni, ebbene sì! Prima solo interni e ora... non ci vedo più dalla fame!) che sono lunghi più o meno dall'ombelico a metà del midollo spinale. Sti cazzi!
La terza cosa sono le persone che dichiarano di non riuscire a fare un lavoro solo quando chiedo se l'hanno concluso! Mai che venga in mente loro di chiedermi aiuto PRIMA della scadenza. E poi c'è da chiedersi perchè io ce la faccio (con la mia media intelligenza e la mia media preparazione) e loro no.
La quarta cosa è il traffico. Tutte le persone che non hanno bisogno di essere in giro nell'ora di punta (vecchietti a far la spesa in macchina alle 8.30! Mamme non lavoratrici col SUV per andare dall'estetista). E che caspita! Statevene a casa e uscite all'ora pacifica in cui tutti noi strxxxi di lavoratori siamo, appunto al lavoro!
La quinta cosa è non avere tempo. O meglio, non avere abbastanza tempo per fare le cose che mi fanno stare bene (wow due declinazioni del verbo fare nella stessa frase! Errore rosso per la ripetizione e rossissimo per la poca fantasia).
La sesta cosa è sentirmi incompresa. Io avrò anche dei modi un pò particolari, ma sono talmente trasparente nelle mie esternazioni che per non capirmi bisogna essere lobotomizzati. O insensibili. O menefreghisti.
La settima dice non ammazzare se del cielo vuoi essere degno. Guardatela oggi questa legge di Dio tre volte inchiodata nel legno. (piccola citazione di De Andrè per dire che mi irritano da morire le ingiustizie soprattutto quando te le vestono a festa e che non sopporto il due pesi e due misure).
L'ottava è il colloquio di domani con il mio capo perchè non ho voglia di sentirmi dire cosa non va bene nel mio lavoro. Anche perchè una volta ogni tanto sarebbe carino sentirsi dire cosa va bene. E soprattutto mi piacerebbe che il mio capo sapesse cosa faccio, come lavoro.
La nona è non poter mangiare la zuppa buona di zucchine, zucca e patate che sto preparando per il mio Ford.
La decima sono i tulipani che ho comprato venerdì e che già stanno morendo. E' pensare che sono pochissimi i fioristi in gamba che non ti vendono fiori già morti e che quindi, anche se so riconoscere un fiore "vivo" da un fiore "morto", non posso pensare di fare una gran selezione.

Ecco, si è capito che ho il ciclo?


Ricetta della zuppa di JuleZ, per 4 persone:

mettere a rosolare un pò di soffritto insieme a due dadi in una pentola alta
aggiungere 4 patate tagliate abbastanza grosse
4 zucchine tagliate abbastanza grosse (le migliori per questa ricetta sono le zucchine trombetta)
due pezzi medi di zucca
5 o 6 fiori di zucchina tritati grossolanamente
una decina di foglie di basilico
aggiungere 2 o 3 bicchieri d'acqua e lasciare cuocere a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo acqua se si asciuga troppo

Se qualcuno di voi dovesse provarla mi faccia sapere com'è venuta.
Buon appetito

11 commenti:

  1. questo post mi ricorda gli anni del liceo e la mia vicina di banco, quando parlava così la mia risposta era: "Giovedì (o il giorno in cui ci trovavamo) ciclo"

    in ogni caso non ti posso capire, per fortuna, tranne che per i tulipani, l'anno scorso mia madre mi ha fatto riportare 904287893710 bulbi da Amsterdam, ne avessi visto uno di tulipano!

    RispondiElimina
  2. dai Ju, ce la farai anche sto mese a superarlo.. :-)
    facci sapere come va domani, magari il tuo capo ti farà un elogio..
    bacii
    e.

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora della zuppa, e anche se so che ti dispiacerà non mangiarla, sarà sempre accanto a te che la mangerò.
    Per il resto, quando ci sono i momenti di stuffia, cicli e motocicli, prima di pensare a DeAndrè - che in questi momenti fa un pò affossare - pensa alla nostra Royal Rumble, e vedrai che tutto andrà meglio!
    Forza, un altro round insieme, domani, e dopo, e dopo, e dopo, Adriana!

    RispondiElimina
  4. eddai, c'è di peggio nella vita!
    domani provo con la zuppa poi ti dico!
    bacio.

    RispondiElimina
  5. Povera Mildred9 novembre 2010 09:50

    Che bello il ciclo contemporaneamente! Mal comune mezzo gaudio...e poi visto che ce tocca almeno che sia al momento giusto,cioè sabato c'era la Luna nuova. Per il resto anche se rientrerò a breve nel mondo lavorativo (paura) e quindi per il momento non devo sopportare traffico, colleghi etc. , vorrei anche io avere molto più tempoa disposizione e non essere costretta a subire ingiustizie, esattamente del tipo che dici tu, dolce Julez. Poi l'altra sera non abbiamo approfondito ma io ho sempre pensato che i fiori recisi siano tutti morti, per quello non mi piacciono... che differenza c'è?
    Cmq per consolarti ti regalerò una scatola di Egorex e ti preparerò una squisita zuppa di tulipani!

    RispondiElimina
  6. bah, secondo me De André non affossa mai...
    comunque, ho il ciclo anch'io, mi girano da morire e quando mi sento così azzannerei alla gola qualsiasi malcapitato che si trovi per sbaglio sul mio percorso. stamani è toccato ad un beota che aveva parcheggiato davanti al mio portone, da cui dovevo uscire con il bimbo in braccio, il pc a tracolla e l'ombrello in mano, dato che qui piove anche. non sto a raccontare cosa gli ho detto. e come. baci, stasera provo la ricetta.

    RispondiElimina
  7. Povera Mildred9 novembre 2010 14:27

    Dimenticavo di dire a Mr Ford aka Alex che venerdì ci sarà come sottofondo la discografia di De Andrè,così impara a dire certe cose e a pestare Stefano...

    RispondiElimina
  8. Il mio capo sa cosa faccio. Ma non mi caga molto. dipende dai periodi. A volte sono consideratissima, a volte sono completamente ignorata. Come una imbecille.
    Per cui amen, attendo tempi migliori.
    Sul ciclo ci ho scritto un post, quindi sai come la penso. Sugli assorbenti altrettanto. Odio puro.
    La mia dieta sta andando a farsi benedire e la sto riprendendo per i capelli..speriamo bene.
    E piove, per giunta. Uff.

    RispondiElimina
  9. @Sononera --> dai che ce la fai a riprendere la dieta. Pensa al vestito da sposa e a quanto ti sentirai TU bella!

    @Mildred --> e finalmente Stefano è uscito! Finalmente! Poi parleremo dei fiori...

    @Maggie --> per fortuna, non avendo più la macchina, non ero io il malcapitato. Però sento nelle orecchie i tuoi improperi!

    @Polly --> Dunque? Com'è venuta?

    @Ford --> alla fine sempre insieme! Tra televisori promessi e malelingue.

    @Emanuelas --> sì alla fine è andata meglio di quanto mi aspettassi, ma niente di trascendentale. No elogi

    @Bert --> io neanche ci provo a piantare qualcosa! Muore tutto al primo sguardo!

    RispondiElimina
  10. E' proprio vero, ogni tanto farebbe proprio piacere sentirsi riconosciuti nel proprio lavoro! Condivido il tuo detestare ciclo, traffico, gente e quant'altro... Un saluto!

    RispondiElimina
  11. ho lo stesso tuo problema "assorbenti" dopo il parto ho dovuto mettere quelli della chicco, li puoi cavalcare e ci puoi volare come un tappeto volante. mi han detto che i nuovi "è" son favolosi ma ci vuole il mutuo. io per ora mi godo il periodo di astinenza da rosse :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...