martedì 5 ottobre 2010

Giulia Passione: Vaticano vs Robert Edwards


Robert Edwards

Che sia chiaro che questo non è un blog politico/etico/sociologico/equalsiasialtraparolico.
Però non posso non commentare l'ennesimo sputo in faccia del Vaticano nei confronti delle persone che non sono considerate "normali" secondo canoni che Gesù Cristo non ha mai preso in considerazione (omosessuali, persone di altre religioni, persone che non la pensano come la chiesa, persone malate, persone che desiderano chiudere con la vita come scelta personale etc).

Io mi chiedo MA CHE CAZZO GLIENE FREGA AL PAPA (e a tutto il Vaticano) se hanno dato il Nobel ad un uomo che ha dato il via alla sperimentazione che ha permesso a tante coppie sterili di coronare il sogno di avere un bambino proprio?

- non fa sesso
- non può avere figli
- nessuna delle persone che desidera intraprendere questo tipo di percorso è o sarà mai suo amico
- nessuna delle persone che desidera intraprendere questo tipo di percorso andrà mai a chiedere il suo aiuto economico
- nessuna delle persone che desidera intraprendere questo tipo di percorso se lo caga di pezza (spero!)

Allora perchè cazzo deve mettere bocca in qualcosa che non gli compete, non gli interessa, non lo riguarda?
E' chiaro che prendo Ratzinger come tutta la Chiesa (figura retorica --> sineddoche).

Ma cosa ne sa lui della difficoltà che le coppie sterili (o infertili) devono affrontare? Sentirsi diversi, sbagliati, sfortunati. E magari vedere persone che cagano fuori i figli che DIO ha dato loro (come mia zia, quattro figli, di cui tre in affidamento per impossibilità di crescerli a quella santa donna che è mia madre che di figli ne avrebbe voluti 100 ma DIO le ha dato solo me... che punizione).
Allora io dico:
o Ratzy parla con Dio e mette un attimo in ordine il giusto e l'ingiusto
o Ratzy si fa i cazzi suoi e permette al signor Robert Edwards di mettere in ordine laddove Dio si sia distratto o fosse impegnato in cose più importanti che permettere ad una donna e ad un uomo di fare quello per cui sono stati creati.

Chiedo nuovamente e come sempre scusa ai credenti se per caso li ho offesi con la mia PROFONDA INDIGNAZIONE, ma d'altro canto nessuno è obbligato a leggere i miei sproloqui e questa è casa mia e qui comando io...

*a proposito, e poi chiudo, di embrioni uccisi, vorrei ricordare l'inquisizione e le crociate. Guardarsi in casa prima di giudicare gli altri è sempre meglio, se non si vuole evitare di essere mandati a stendere.

23 commenti:

  1. Grande Edwards, piccolo Ratzinger.
    E forse, ma dico forse, potrei fare il blasfemo e anche dire piccolo Dio, in certi casi.
    Semmai ci fosse, non lesinerò un paio di bottigliate anche a Lui.
    Così smette di farle prendere solo a Suo Figlio.

    RispondiElimina
  2. Tra parentesi, bellissimissimo post.

    RispondiElimina
  3. brava giulia, ratzi è un gran coglione.

    RispondiElimina
  4. Hai detto in poche battute quello che penso, esattamente come te..e io penso pure peggio di così.

    Ma non mi dilungherò.
    Vorrei soltanto togliermi di dosso la cosa che piu' di ogni altra mi si è manchiata a fuoco sulla pelle a causa della mia educazione cattolicissima: il senso di colpa.
    Non so se ne uscirò mai viva..dato che sono praticamente contraria a tutto quello che la religione cattolica (e tutte le religioni) promuovono.
    Gesu'? E' un'altra faccenda proprio. povero Gesu'

    RispondiElimina
  5. Qui siamo come al tempo di Galileo, nulla è cambiato. E se ne avessero il potere accenderebbero ancora i roghi. Non sto per niente scherzando, non lo dicono ma lo pensano. Basta guardare alla riammissione nella chiesa da parte di questo papa di quei nazisti che sono i seguaci di Lefebvre.

    RispondiElimina
  6. Il problema non è tanto quello che dice, -lo sanno (quasi) tutti che ratsy è rincoglionito- ma l'importanza che i media italiani danno ad ogni cazzo di suo commento. E non si può nemmeno replicare. Nessuno può contestare nulla al cazzo di papa. Vorrei vederlo in un bel confronto video come fanno i politici.
    Ci sarebbe da ridere.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. @ dembo: impossibile. neanche i politici permettono il confronto.
    # julez. brava. però magari ci sbagliamo e il pastore tedesco è una persona molto competente perchè ha applicato i primi 2 punti che tu hai menzionato.
    hai citato crociate e inquisizione. non mi allontanerei molto nel tempo (anni 70 Argentina)
    Leggetevi "l'isola del silenzio" di Horacio Verbitsky (thanks Genia)
    per finire, non ricordo chi l'ha detto ma "la Chiesa di oggi si occupa della nascita e della morte ma niente di quello che sta in mezzo"

    RispondiElimina
  9. pat pat pat! bellissimo post, condivido tutto!
    e per aggiungerne una, è andato in africa a dire di non usare il preservativo.. l'idiota!
    e.

    RispondiElimina
  10. La chiesa non dovrebbe ficcare il naso negli affari di stato, non dovrebbe decidere anche per quelli che non sono suoi seguaci, non dovrebbe discriminare, fare differenze e parlare in nome dell'ignoranza.
    Io sono pro aborto, pro diritti degli omosessuali e pro a tutto ciò che la chiesa condanna, perchè mi sembra solo tanta e gratuita falsità.
    Io non sono credente ma rispetto la figura storica di Gesù Cristo, non mi va giù invece il ruolo della chiesa, che è un'altra malsana istituzione.
    La chiesa ogni giorno ci dice di sostituire l'odio con l'amore, ma a me risulta che stiamo combattendo una guerra che ha iniziato proprio il papa.
    Le crociate. Non permettono ad una donna di decidere se tenere o meno un bambino mentre la chiesa, per prima, ha tolto il diritto di vivere a donne, uomini e bambini? E' semplicemente ipocrisia.
    Il papa deve occuparsi del percorso spirituale dei suoi credenti? Perchè diavolo non lo fa? Odio la chiesa e tutto ciò che la rappresenta, e non sono io la cattiva in questa lotta.
    Scusa per lo sfogo. E' che discutere di queste cose mi prende troppo.

    RispondiElimina
  11. @Ford, in effetti le prende sempre e solo Gesù...

    @Polly immaginavo che potessi essere d'accordo con me

    @Sononera, anche io vivo fortemente i sensi di colpa, ma quello secondo me è un retaggio della cultura italiana, della famiglia, del rispetto a tutti i costi, dell'amore senza se e senza ma...

    @Alberto, benvenuto a casa mia (o Paolo? :D), cominciamo con argomenti scottanti e ci troviamo d'accordo. BENE!

    @Dembo, se anche facesse un confronto non sarebbe reale, perchè il discorso gliel'avrebbe scritto qualcun altro!

    @Suarakamansa il fatto è che la chiesa si ammanta di questo finto velo di spiritualità che impedisce un confronto reale. Anche perchè nella fede non c'è nulla di reale.

    @Emanuelas secondo me l'ha detto perchè spera che muoiano tutti!

    @Francoise Marianne più che essere pro aborto o pro diritti dei gay io mi sento PRO LIBERTA' INDIVIDUALE, questo è quanto. Io non vado a dire a un cattolico che DEVE abortire o che DEVE essere gay, allora perchè lui si può permettersi di dire che io NON DEVO fare qualcosa?
    Ognuna faccia quello che vuole senza ledere il prossimo, e ognuno abbia i propri pensieri, ma l'INDOTTRINAMENTO, la spinta a far pensare agli altri quello che pensiamo noi, ecco quello proprio non lo condivido e lo aborro!

    RispondiElimina
  12. Bellissimo post. Credo che Gesù sia super incazzato: la chiesa ha fatto delle cose tremende in suo nome. Pensare che lui era un rivoluzionario e voleva aiutare i poveri, i malati, le prostitute...insomma i diversi, le persone che la società non si caga...e guarda un po' adesso dove siamo arrivati...

    RispondiElimina
  13. ma perché non cominciamo noi a farci i fattacci loro? Io, ad esempio, voglio che la chiesa paghi l'Ici come tutti. sai quanti soldi per la scuola, il sociale, il trasporto pubblico e la sanità e ne verrebbero fuori?

    RispondiElimina
  14. ripeto quello che ha detto un mio amico sentendo la notizia:
    strano. eppure ai preti piacciono i bambini.

    :D

    RispondiElimina
  15. Julez, mi spiace ma ti devo correggere.
    Cristo, gli emarginati, gli oppressi, i deboli, li ha presi in considerazione eccome, e disse una cosa bellissima: amate gli uni e gli altri come voi stessi.
    Non incolpare ingiustamente un uomo fantastico vissuto ventun secoli fa, se nel suo nome degli idioti sparano cazzate.
    Perchè un conto è ciò che c'è scritto nella bibbia, un conto è ciò che ha detto cristo e un conto è ciò che gli uomini fanno delle parole scritte o dette da altri. E la bibbia, dove si parla di Sodoma e Gomorra, finisce sulla pagina dove c'è scritto "nuovo testamento"

    RispondiElimina
  16. Povera Mildred7 ottobre 2010 08:54

    Mi sembra che Julez abbia scritto che Cristo non prendesse in considerazione determinati canoni e non determinate persone.
    Comunque è assurdo che venga data tanta considerazione alle opinioni del clero nel 2010! Ed una cosa che mi ha sconvolto è che sia stato dato il Nobel al Prof. Edwards dopo 32 anni dalla nascita del primo essere umano in provetta! Cioè nel '78 è nata? Bene nel '79 Nobel per la medicina! Chissà chi ha remato contro in tutti questi anni per l'assegnazione di questo riconoscimento?
    Poi una domanda provocatoria:ma come fate ad essere così sicuri che Gesù sia esistito veramente?

    RispondiElimina
  17. @Miah :D

    @Laura GDS in effetti, come ha precisato Mildred ho scritto proprio il contrario: nei confronti delle persone che non sono considerate "normali" secondo canoni che Gesù Cristo NON ha mai preso in considerazione.
    Per me Gesù Cristo era un uomo rivoluzionario, il vero BENE della religione cristiana e cattolica. Purtroppo il Vaticano non fa caso al suo esempio.

    @Mildred SONO D'ACCORDO. Io credo che sia esistito veramente, ci sono testimonianze storiche, se non sbaglio. Poi che fosse il figlio di Dio non lo so (e sinceramente il suo esempio è stato talmente fulminante che non me ne frega niente).

    RispondiElimina
  18. @Zoe e MammaMeggie: sono d'accordo con entrambe:

    1) Gesù era un rivoluzionario a favore delle persone sfortunate

    2) Con tutti i soldi che la Chiesa ha, come mai in Africa muoiono un sacco di bimbi? Secondo me un metro quadro di pavimento del Vaticano risanerebbe tutta l'Africa!

    RispondiElimina
  19. Dal divano di casa mia è partita una ola! E' la prima volta che passo da questo blog e non poteva esserci incontro migliore. Ma quanto l'hai scritto bene questo post? Brava, brava e brava. Gli uomini di chiesa dovrebbero smetterla di condannare le tecniche di procreazione assistita e considerare invece che per tantissimi è il solo modo di diventare genitore, di smetterla di star male e vivere una vita di merda perchè non si riesce a coronare il sogno di avere un bimbo. L' infertilità non si sceglie, ti cade addosso come un macigno e rischia di schiacciarti in tutti i sensi. Ma non ci riescono proprio a capirla questa cosa?
    A capire quanto amore, quanta voglia di VITA, quante speranze e quanta sofferenza scorrono nelle vene di chi vuole diventare genitore e non ci riesce nel modo, diciamo, classico???? A me mi veniva da piangere per la felicità quando ho sentito la notizia del nobel dato a quest'uomo! Grazie ancora per il post :-)

    RispondiElimina
  20. Sorry... questo mi dice che comunque sono più stanca di quello che pensi.

    RispondiElimina
  21. Avete scritto tutti commenti bellissimi e importantissimi, io dico solo una cosa: Gesù è una cosa, la chiesa un'altra.

    RispondiElimina
  22. @Coniglia sono d'accordo con te. Gesù era un uomo rivoluzionario, compassionevole, una colonna.

    @Laura no problem :D

    @Yaya purtroppo vivendo in Italia la Chiesa ha un'ingerenza pazzesca, che influenza la nostra già superscalcagnata politica, e di conseguenza le leggi di merda che regolano la libertà individuale (aborto, fecondazione assistita, eutanasia etc).
    Comunque sia, benvenuta!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...