sabato 16 ottobre 2010

Giulia Passione: Sesso coniugale

Oggi pomeriggio. Per fortuna!
Voi direte: "Ma allora te le vai a cercare le ricerche strane!".
Vi rispondo che la malizia sta negli occhi di chi guarda e non nella penna di chi scrive, in questo caso.
Stavo ragionando in merito al fatto che, nonostante il desiderio tra me e Ford non sia calato (da parte mia di sicuro, lui è un uomo bellissimo: che ci posso fare? Da parte sua, nonostante il passaggio da donna a mucca, sembra che niente sia mutato dalle prime volte nella mia vecchia casa tra amicizia e scoperta di qualcosa di nuovo) da quando entrambi lavoriamo full-time la quantità di tempo dedicata al far l'amore è drasticamente diminuita.
Bisogna ammettere che all'inizio eravamo decisamente insaziabili, entrambi presi a vivere la nostra storia con l'intensità che ci contraddistingue nel vivere ognuna delle nostre passioni.
Dunque non posso paragonare il momento "studentesco/part-time" ad oggi, eppure, nonostante la consapevolezza che le cose non potrebbero essere uguali allo ieri, mi dispiace rendermi conto che il tempo per stare insieme non basta mai.
E che spesso, a fronte di quelle poche ore che abbiamo, siamo obbligati a scegliere cosa fare insieme.
Trovo che non sia giusto.
Non è giusto lavorare così tanto e avere così poco tempo per vivere noi, la nostra storia, il nostro desiderio! Soprattutto quando sul lavoro ti viene chiesto di essere infaticabile, perfetta, un esempio per gli altri, sempre attiva (non riuscirei a fare un lavoro che mi annoia, ma anche non avere mai un attimo di tregua è difficile!). A volte torno a casa talmente stanca (no, non lavoro in fabbrica, nè scarico la frutta dentro nel verziere, però non mi fermo un attimo, mentalmente, sopratutto) che me ne andrei a dormire alle 8.

Invece Ford non si stanca mai, e certe volte mi sento in colpa perchè vorrei non rimanere indietro, stare al suo ritmo, prendermi il tempo per farmi bella, oltre che cucinare qualcosa di buono, vedere un film/telefilm insieme, giocare un pò...
E soprattutto fare l'amore.
Mi ci vorrebbe una giornata di 36 ore:

10 per dormire
10/11 destinate al lavoro (compresi gli spostamenti)
e le altre 15 dedicate a Ford, alla nostra coppia, alla nostra amicizia, al nostro amore, al nostro essere bimbi e al nostro essere amanti.

A voi non sembra mai di rimanere indietro mentre il tempo scorre?
Non è paura di invecchiare, è paura di vivere poco tutta la felicità che proviamo.
Voi che siete (tante) mamme, mogli, mariti, fidanzati come fate a far stare in equilibrio tutto? Io ho Ford a fare da contrappeso alla mia stanchezza e alle mie paturnie. Voi?

14 commenti:

  1. Io non sono nè mamma, nè moglie, nè fidanzata. Ma so cosa vuol dire vivere poco la felicità e rimanere indietro mentre il tempo scorre...

    RispondiElimina
  2. Certo cara che ho questa impressione, praticamente tutti i giorni. Dopo la nascita della mia prima figlia ho chiesto il part time, ma adesso che ne ho altri due le 24 ore non bastano comunque. L'unica soluzione che sono riuscita a trovare e' stata quella di darmi delle priorita' e di rivederle mano mano che il tempo passa. E ovviamente ho dovuto accantonare la mia mania di perfezionismo con inevitabili sensi di colpa. La casa la trascuro anche se per me occuparmi del nostro nido e' sempre stata una passione (non parlo delle pulizie eh..). Il tempo per la coppia e' ridotto al minimo, soprattutto perche' non avendo l'ombra di un aiuto qui ce la vediamo io e lui per tutto. Il sesso? ora che i bimbi sono un po' piu' grandi lo abbiamo decisamente recuperato ma e' sempre rubato, non possiamo certo coltivarlo come agli inizi.Il tempo per me nel senso di Alice, non moglie-non mamma-non lavoratrice, e' praticamente nullo. I momenti con i nostri figli sono ovviamente quelli che hanno la priorita' su tutto anche se pieni di compromessi. Mi piacerebbe tanto, per esempio, riuscire a godermeli anche singolarmente ma come si fa? e intanto il tempo scorre scorre scorre

    RispondiElimina
  3. Questo post è davvero bellissimo e sembra scritto da me medesima.

    Se ti dico che ti capisco perfettamente e che non so come trovare una soluzione al problema?

    Ecco, quello che mi fa incavolare è che io vivo il sesso come una cosa del tutto istintiva, e dover programmare la fase della giornata in cui ipoteticamente fare l'amore con il proprio compagno lo trovo di una tristezza infinita. Rispetto a prima però ho capito che ci vuole impegno anche in questo, che alle volte costa fatica, ma che in fin dei conti dà delle soddisfazioni ancora maggiori del sesso come dire "selvaggio" che facevamo prima.

    Provare per credere..è solo che quando hai sonno, ma davvero sonno, è un pò piu' difficile..consiglio caffè del dopocena. e poi sfruttare molto i week end e le vacanze..noi in quelle occasioni diamo il meglio

    RispondiElimina
  4. Il tempo è qualcosa di troppo grande, e a volte sembra poterci schiacciare, ma sono sempre più convinto che lo si possa domare, sfruttandolo selvaggiamente anche quando il lavoro e tutte queste amenità paiono togliercelo. Come dice il Drugo, "bisogna saper aspettare", e nell'attesa cercare di prendere tutto il possibile da ogni momento.
    Un pò come un pasto che non sappiamo quanto possa durare: occorre mangiare, e più che altro gustarsi ogni boccone, per farlo durare più a lungo di quanto il tavolo - e il tempo - ci impongano che sia.
    In tutto questo, il giorno libero insieme è il più bello di tutta la settimana. Senza dubbio alcuno.

    RispondiElimina
  5. ehhhh... io aspetto la pensione...forse che allora troveremo il tempo di 'annoiarci' con i nostri belli?
    mah!
    che poi io la pensione nn la prenderò mai, giovane precaria che non sono altro.

    RispondiElimina
  6. Anche io aspettavo di potermi godere tutto il tempo rubato da figli, genitori, fratelli e sorelle, lavoro e impegni vari dopo la pensione, ma qui è successo l'imprevisto, che l'icona dell'amore e del sesso ha preferito qualcuno di più giovane e più bello. Per cui care ragazze tutte belle e giovani, lasciate stare la casa, non gli affetti, ma veramente prendetevi qualcuno che vi aiuti in questa fatica continua e datevi al vostro partner quando e come volete, perchè purtroppo col tempo non si sa come va a finire

    RispondiElimina
  7. Povera Mildred18 ottobre 2010 09:27

    Ignore alvami da Anata!
    Mai come in quessto argomento ciò che conta davvero è la qualità e non la quantità... Io ho fatto l'amore la prima volta a quasi 29 anni, ed anche se non posso spupazzarmi il mio Principe quanto vorrei, la magia, che non pensavo potesse esistere davvero, si ripete ogni volta, ed è quella l'unica cosa che conta...
    Quella e Super Giovane!

    RispondiElimina
  8. JuleZ hai scritto un post bellissimo che da tanti spunti, ma oggi sono così giù di morale...mi piacerebbe dirti che il tempo lo trovi, che basta inventarselo e ogni tanto togliere al lavoro per dare all'amore, ma la verità è che oggi non ho le forze per pensare a tutto ciò...molto mi sembra nero e poco rosa o amorevole.
    Dicono che passi, speriamo...

    RispondiElimina
  9. si può essere un po' (molto) invidiosi, nel senso buono ovviamente? :(

    RispondiElimina
  10. Questa cosa dell'essere stanca morta alle 8 di sera mi suona familiarissima. E le ripercussioni si sentono eccome. Vi ricordate quella gag della tvdelleragazze, con la signora che faceva tutto, colazione super ai figli, lavoro top, casa perfetta, forma smagliante, marito sempre soddisfatto? Ecco, c'era la domanda finale: "Signora, ma come fa?" - "Facile, sniffo!".

    RispondiElimina
  11. @MammaMaggie --> conosci un pusher?

    @Polly --> si può, ma in cambio voglio i week-end con lui! Puoi fare qualcosa?

    @Coniglia --> Sorry per la giornata brutta, sono con te per farla passare prima!

    @Mildred --> è che vorrei essere perfetta! :D

    @Mamutcka --> Adesso che vieni da me ci riprendiamo tutto il tempo e ti trovo un bel lodigiano della tua età (o pure un toy boy)!

    @Giulia --> anche noi non precari la pensione ce la scordiamo. Per quello che mi incazzo!

    @Ford --> bello il nostro giorno insieme!

    @Sononera --> Mi sa che è meglio la soluzione MammaMaggie, perchè io non bevo il caffè, mannaggia!

    @Alice --> le priorità le stabilisco anche io, poi mi guardo allo specchio e mi chiedo quando siano cresciuti i baffi!

    @Francois Marianne --> tu che sei ancora super giovane, cerca di trovare una soluzione per noi "vecchiettine"!

    RispondiElimina
  12. sono in ritardo.. latito da qualche giorno.. scusami.. il fatto è proprio questo.
    io non ci riesco a tenere tutto in equilibrio.
    maggiormente in quest'ultimo mese emezzo che neppure lavoro..
    la casa è uno schifo, ma vero schifo.. il nano mi ruba tutto il tempo. e nelle 3 ore che la mattina non c'è non ci riesco a fare tutto.
    la coppia si sta perdendo un po' ..la sera quando il piccoletto va a dormire, siamo talmente sfatti che abbiamo solo voglia di dormire, il sesso a comando e programmato nei ritagli, non fa per noi, concordo con sononera.. non abbiamo più voglia neppure di guardare la tv insieme..
    insomma lo sfacelo.
    per fortuna le ore sono solo 24 mi viene da dire.
    rivoglio la mia vitaaaaaaaaaaaaa
    come si fa ad avere un equilibrio??
    io mica lo so..
    aiuto.
    e.

    RispondiElimina
  13. A volte ho i tuoi stessi pensieri e mi chiedo: ma fra 10 anni come sarà? Lo faremo ancora? Spero proprio di sì!! Amo tantissimo mio marito :)

    RispondiElimina
  14. La passion, fare l'amore, il sesso. E con la persona che amiamo è una cosa splendida. Che bel post..

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...